sabato 12 dicembre 2015

SPUMA DI FEGATO



Ingredienti per la spuma

500g di fegato circa
6 albumi
1 grossa cipolla bianca tagliata al velo
1 bicchiere di vino bianco
2 cucchiai di olio d'oliva
Sale e pepe

preparazione
In una padella far appassire la cipolla tagliata a velo con i due cucchiai di olio d'oliva.
Bagnare con il vino, unire il fegato tagliato a fettine e cuocere a fuoco basso fino a quando il fegato sarà cotto.
Salare poco, un giro di pepe macinato al momento e mettere da parte fino a quando sarà tiepido.
Passare quindi il fegato al mixer aggiungendo tutti gli albumi fermandosi quando si otterrà un impasto fine, dalla consistenza quasi cremosa.
Distribuire il tutto negli stampini monoporzione, livellandoli bene.
Scaldare il forno a 150° circa.
Posizionare gli stampini pronti in una pirofila da forno con un velo d'acqua sul fondo.
Coprire con un foglio di alluminio e cuocere per mezz'ora nel forno già caldo.

Intanto preparare il contorno “dolce” tagliando a julienne un piccolo e sodo finocchio ed una carota.
Salare le verdure e distribuirle sul fondo del piatto, appoggiando sopra queste la spuma di fegato pronta ed appena sformata.
Condire con burro fuso insaporito con delle foglioline di salvia.




giovedì 10 dicembre 2015

EPIGRAMMI


In letteratura l'epigramma è un brevissimo componimento poetico solitamente satirico. In cucina sono delle fettine d'agnello brasato, lessato, passate nell'uovo e poi nel pangrattato e fritte come le cotolette.
Analogamente, gli avanzi di carne o pesce - cotti in precedenza - che si presentano adatti e questo genere di preparazione, possono chiamarsi così se cotti allo stesso modo.
Nel mio caso erano delle fettine di roast beef all'inglese...


*Si può anche preparare così il prosciutto cotto a fette, la mortadella, il petto di tacchino o di pollo, l'arrosto....Si tratta anche di un modo gustoso e diverso per riciclare gli avanzi, al posto delle solite polpette.*

domenica 29 novembre 2015

TRIPPE


Ingredienti
1 kg di trippe
( già pulite, precotte e tagliate a striscioline)
1 grossa cipolla
2 spicchi d'aglio
1 mazzetto di prezzemolo
50 g di pancetta (meglio se affumicata)
1 gambo di sedano
1 cucchiaio di polvere di porcini secchi
500 g di passata di pomodoro
250 g di pomodori a pezzetti (anche conservati)
1 bicchiere di vino rosso
2 foglie di alloro
sale e pepe quanto basta
1 cucchiaio di olio d'oliva
20 g di burro
formaggio grattugiato (facoltativo)

Preparazione
In una capiente casseruola fondere il burro, unire l'olio d'oliva ed un trito finissimo di cipolla, aglio, foglie di prezzemolo, gambo di sedano e pancetta. Far appassire ed imbiondire il soffritto, aggiungere le trippe e la polvere di porcini.
Girare spesso e far insaporire unendo un poco di pepe.
Bagnare con il vino e cuocere ancora un poco mescolando spesso.
Aggiungere i pomodori e la passata, poco sale e le due foglie d'alloro.
Cuocere lentamente a fuoco basso per circa due ore, aggiungendo poca acqua calda o brodo se le trippe si presentassero troppo asciutte.
A fine cottura aggiustare di sale e servire cosparse di formaggio grattugiato.

*A piacere si può aggiungere  un tocco piccante, poco peperoncino in salsa, polvere o fresco.
Si possono servire dopo una veloce gratinatura sotto il grill, fino a quando il formaggio sulla superficie fonde e forma una leggera crosticina.*



martedì 10 novembre 2015

ROSETTE DI SPINACI





Ingredienti:
basi dei ciuffetti di spinaci (compreso un pezzetto di radice...)
1 uovo intero
1 pizzico di sale fino
1 pizzico di aglio in polvere
acqua minerale gassata quanto basta
3 cucchiai di farina00
pepe
olio di arachidi per friggere

Preparazione:
dopo aver tagliato le foglie lavare bene le basi degli spinaci, compresa la radichetta, metterli in un sacchetto di plastica (quelli da congelatore vanno benissimo) al fresco per un paio di giorni ed aspettare che il cuore produca le foglioline nuove..
Quando sarà il momento preparare una pastella con il tuorlo d'uovo e la farina, più il sale e l'aglio in polvere e il pepe.
Aggiungere acqua minerale fino a quando la pastella si presenterà liscia ma non fluida.
A parte montare a neve ferma l'albume e aggiungere a questo la pastella a filo, avendo cura di non smontarlo.
Mettere al fuoco l'olio d' arachidi e friggere poche alla volta le rosette di spinaci, dopo averle passate nella pastella tenendole dalla parte della base.


mercoledì 14 ottobre 2015

CREMA DI ZUCCA (con spazli di castagne al cacao...)


Ingredienti per la crema di zucca

2 cipolle dorate medie

2-3 patate
della polpa di zucca già cotta al forno e passata al passaverdure
1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva

preparazione
Affettare le cipolle e rosolarle in una casseruola con il cucchiaio di olio.
Aggiungere poi le patate tagliate a fettine, la polpa di zucca prima preparata e coprire di acqua superando di due dita le verdure nella casseruola.
Cuocere coperto fino a quando le verdure saranno cotte e ridurle a crema con un frullatore ad immersione.
Aggiustare di sale e pepe, dopo aver aggiunto acqua calda all'occorrenza per raggiungere la densità voluta.
Condire con grana grattugiato e servire calda, ma non bollente.

Ingredienti per gli spazli di castagne


1 uovo 
3-4 cucchiai di farina di castagne
1 cucchiaio di cacao amaro
latte quanto basta

preparazione
Sbattere leggermente l'uovo ed incorporare, continuando a mescolare, la farina di castagne ed il cacao setacciati assieme. Aggiungere il latte fino ad ottenere la giusta consistenza e far cadere l'impasto in una pentola di acqua bollente leggermente salata, usando l'apposito attrezzino per gli spazli.

Servire infine la crema di zucca calda cosparsa di pochi aghetti di rosmarino finemente tritati e gli spazli.

*In friulano gli spazli si chiamano mignaculis e sono gnocchetti di piccole dimensioni molto veloci da fare e molto gustosi, anche asciutti*



CAPRIOLO AI FUNGHI PORCINI


Marinata fredda
1 cipolla grande tagliata a fette spesse
1 carota grande tagliata a pezzi
sedano (foglie e costa) spezzettato
alcuni chiodi di garofano
alcuni grani di pepe nero
vino bianco secco quanto basta per coprire la carne
Marinare per una notte il capriolo girandolo di tanto in tanto per farlo ben assorbire gli aromi.
Scolare la carne e lasciarla sgocciolare bene, eliminare il pepe ed i chiodi di garofano.
Gettare la marinata insieme alleverduredella stessa.

Per la cottura
Mettere a bagno una bella manciata di funghi porcini secchi per circa 1 ora.
3 cucchiai di olio extravergine d'oliva
30 g di burro
poca farina
1 bicchiere di vino bianco
2 cucchiai di grappa (o brandy, o altro...)
200g di panna fresca
1 carota
1 cipolla
1 gambo di sedano
alcuni aghi di rosmarino
sale

Preparazione
Rosolare in olio d'oliva e burro le verdure tagliate a pezzi.
Unire i pezzi di carne leggermente infarinati, salare e bagnare con il vino bianco e la grappa.
Lasciar sfumare a fuoco vivace, coprire a filo con acqua calda dopo aver aggiunto anche i funghi porcini tritati.
Abbassare la fiamma, coprire e far cuocere lentamente per il tempo che serve (dipende anche dalle dimensioni dei pezzi della carne...).
Aggiustare di sale e legare con la panna mescolando bene.
Separare poi la carne dal fondo di cottura e passare quest'ultimo al passaverdure.
Riunire quindi la carne al suo fondo passato e servire caldissimo, magari con polenta...

martedì 13 ottobre 2015

CUCUZZE LUNGHE (Lagenaria longissima) alla glassa di limone


Ingredienti:
Cucuzze lunghe (Lagenaria longissima) tagliate a rondelle
olio d'oliva
sale
alcune foglie di melissa
 glassa al succo di limone (con aceto, miele, succo di limone...)

Preparazione
tagliare a rondelle di 2-3 mm di spessore le cucuzze lunghe, mettendole man mano in una terrina.
Mettere al fuoco una piastra e intanto condire le cucuzze con sale ed un giro di olio d'oliva.
Dopo qualche minuto, quando cominceranno a fare acqua e la piastra sarà calda, distribuire le fette di cucuzza sulla piastra stessa in un unico strato.
Quando le fettine risulteranno tenere provando con una forchetta, spostarle subito su un piatto da portata tenendo in alto il lato che stava appoggiato sulla piastra.
Tagliare alcune foglie di melissa a striscioline sottili lasciandole cadere sulle cucuzze cotte.
Completare con dei giri di glassa al limone.
Far riposare le cucuzze così condite fino al completo raffreddamento.



*Queste zucchine particolari, molto adatte alle pergole, si possono fare in tanti modi.
I getti lunghi delle stesse cucuzze si possono gustare come verdura cotta.*

venerdì 9 ottobre 2015

LE STREGHE (delle sorelle Simili)


Ingredienti:

500g di farina 00
250g di acqua circa
1 bustina di lievito di birra secco
50 g di strutto
12 g di sale fino
olio di semi per ungere la teglia
olio d'oliva per spennellare la pasta
sale fino per cospargere la superficie

Preparare l'impasto con la farina, l'acqua lo strutto il lievito ed il sale.
Far lievitare per un'ora.

Riprendere la pasta e tirarla con la macchina per pasta passandola nella misura sempre più stretta e piegandola più volte, fermandosi alla misura penultima che sarà quella definitiva.
Coprire con carta da forno i ripiani che andranno in forno ed ungerla con l'olio di semi.
Pennellare la pasta con l'olio d'oliva e cospargerla con poco sale.
Segnare la pasta a losanghe con la rotella dentata ed infornare subito a 210°- 220° per 10-12 minuti.
Continuare così fino ad esaurimento di tutta la pasta.
Considerando la quantità di impasto è meglio dividere l'impasto stesso in due parti, e intanto che si cuoce la parte del primo impasto l'altra parte si lascerà riposare in frigo.
Se le streghe al momento di gustarle non sono croccanti basta passarle qualche minuto in forno caldo a 180°. Torneranno come appena fatte.

Si possono anche fare prima ed una volta pronte congelarle...

sabato 3 ottobre 2015

MADELEINES (...de Commercy)








Ingredienti:
200g di farina 00
3 uova intere
140g di zucchero semolato
1 cucchiaio di succo di limone
1 pizzico di sale fino
125 g di burro (fuso a bagnomaria)

Preparazione
Fondere il burro.
Battere le uova con lo zucchero e poi unire gradatamente la farina setacciata assieme al burro a cucchiaiate. Aggiungere il succo di limone e mescolare bene prima di mettere in frigo a riposare per circa un'ora. Il riposo in frigo serve per dare consistenza all'impasto che si presenta piuttosto liquido.
Accendere il forno statico a 190°.
Distribuire l'impasto negli appositi stampini (fino all'orlo degli stessi) ed infornare in forno già caldo per 20 minuti, fino a quando si vede scurire il bordo delle madeleines.


*Questi semplici biscottini hanno un leggero aroma di limone, ma si possono variare di gusto usando altri ingredienti sia nell'impasto che come aroma...Usando gli stessi stampini ci si può anche divertire nell'esecuzione di salatini....Mai usare uno stampo solo per una cosa, sarebbe sprecato...:) *



venerdì 2 ottobre 2015

SALSAFIAMMA (con peperoncini piccanti e miele)


Ingredienti:
1 kg di peperoncini piccanti di ogni forma e tipo, preferibilmente rossi e gialli
1/2 kg di cipolla dorata
1/2 bicchiere d'olio extravergine d'oliva
1/2 bicchiere di aceto di mele
3 cucchiai colmi di miele d'acacia o millefiori
Sale q.b.

Preparazione
Togliere il picciolo ai peperoncini e, se grossi e carnosi, anche semi e filamenti.
Ai peperoncini lunghi e stretti eliminare solo il picciolo.
Affettare sottilmente la cipolla e metterla in una casseruola ad appassire con l'olio extravergine d'oliva. Unire i peperoni precedentemente preparati, il miele e poco sale.
Coprire, abbassare la fiamma e cuocere adagio fino a quando i peperoncini si saranno ridotti notevolmente di volume e saranno diventati morbidi.
Far intiepidire e, poco alla volta, passare il tutto al Bimby fino ad ottenere una consistenza cremosa.
Invasare in piccoli contenitori di vetro, coprire con un filo d'olio e chiudere ermeticamente.
Far sterilizzare per 20-30 minuti i vasetti e conservarli al fresco e al buio.
Una volta aperti mantenerli in frigo con il contenuto ben coperto dall'olio.
Si usa misurata in punta di cucchiaino ed è ottima come supporto piccante per altre salse che lo richiedono.


mercoledì 30 settembre 2015

GUBANINE (gubana piccola....)


Ingredienti per l'impasto
250 g di farina 0
250 g di Manitoba
120 g circa di acqua tiepida
7 g di lievito di birra secco (o 20 g fresco)
80 g di burro morbido
un cucchiaino da tè di zucchero semolato
10 g di sale fino
2 uova intere + 1 tuorlo

Preparazione dell'impasto
Mescolare il lievito con lo zucchero e 120g di acqua tiepida ed aspettare che si formi la schiumetta in superficie.
Preparare quindi un impasto diretto usando tutti gli ingredienti, compreso il lievito attivato, lavorandolo bene a lungo.
Quando l'impasto si presenterà morbido ed elastico metterlo a lievitare nel forno, con la sola luce accesa ed un pentolino contenente dell'acqua.
Dovrà raddoppiare di volume.

Ingredienti per il ripieno
Frutta secca a piacere: noci, pinoli, nocciole...ma anche uvetta ammollata nel rum, poche prugne e volendo anche del cedro candito tagliato sottilissimo.
Anche avanzi di biscotti, cacao amaro....
I biscotti avanzati aiutano con la consistenza, la frutta secca dura va tritata mentre l'uvetta strizzata bene si aggiunge alla fine. Il cacao e qualche prugna secca avendo il colore scuro segnano di più i vari giri del rotolo, evidenziando un piacevole contrasto tra l'impasto chiaro ed il ripieno.
Preparazione delle gubanine
Quando l'impasto sarà lievitato, sgonfiarlo e rotolarlo allungandolo sul piano.
Dal rotolo così ottenuto spezzare delle porzioni di circa 50 g l'una e stenderle sottilmente a rettangolo.
Su ogni rettangolo distribuire il ripieno stendendolo bene fin quasi al bordo.
Arrotolare quindi dal lato più lungo, stringendo bene chiudendo il ripieno all'interno.
Chiudere i rotoli a chiocciola con la parte finale inserita sotto, in modo che con la lievitazione che seguirà non si aprano eventualmente appoggiandole man mano su degli stampi a tartelletta per obbligarle come forma.
Mescolare il tuorlo d'uovo con un goccio di latte e lucidare le gubanine aiutandosi con un pennello.
Cospargerle con poco zucchero semolato e metterle di nuovo a lievitare.
Cottura
Preriscaldare il forno statico a 180° ed infornare le gubanine cuocendole fino a quando la superficie si presenterà dorata come nelle foto.



lunedì 14 settembre 2015

BISCOTTI MORBIDI (con mango disidratato)



Ingredienti:
2 uova intere
2 cucchiai di zucchero semolato
50 g di burro morbido
6 cucchiai di farina
6 cucchiai di latte
1 cucchiaino da tè di lievito per dolci
4 cucchiai di mango disidratato tagliato a piccoli pezzetti

Frullare burro, uova e zucchero.
Mescolare la farina con il lievito.
Unire tutti gli ingredienti mescolando bene vigorosamente.
Aggiungere per ultimo il mango.
Se serve diluire con altro latte il composto che deve risultare morbido, da raccogliere con il cucchiaio, ma non liquido.
Cuocere nella piastra elettrica distribuendo il composto a cucchiaiate negli stampi fino ad esaurimento.
Cospargerli con una spolverata di zucchero a velo.

Vanno bene tutte le piastre: per ciambelle, per muffin, per cake pops o quella per ottenere queste forme. Allo stesso modo vanno bene gli impasti di cake pops dolci e salati di questo blog....
Si può variare anche la frutta disidrata da aggiungere....
Buon divertimento!

domenica 13 settembre 2015

MOUSSAKA (con funghi misti)


Ingredienti:
patate grosse
melanzane
funghi freschi misti
un rametto di maggiorana
alcune foglie di prezzemolo tritate
pomodori maturi (o polpa di pomodoro)
aglio
cipolla
sale e pepe
1 cucchiaio d'olio d'oliva
olio di semi d'arachide per friggere
1 litro di latte
100 g di burro
noce moscata
100 g di farina 00
2 tuorli d'uovo
200g di formaggio grana grattugiato

Preparazione:
tagliare le patate a fette grosse ½ cm e scottarle in acqua bollente salata per 5 minuti.
Tagliare le melanzane a fette di circa ½ cm salarle e metterle su un tagliere inclinato a perdere acqua.
Friggere le fette di patata in olio di semi d'arachide fino a doratura e poi nello stesso olio le fette di melanzana, mettendo le fette man mano su della carta assorbente a perdere l'olio in eccesso.

In una padella insieme all'olio d'oliva mettere il trito di aglio e cipolla e far imbiondire, Aggiungere i funghi misti prima scottati in acqua bollente e tagliati a pezzetti. Aggiungere quindi il pomodoro e cuocere il tutto facendo ridurre l'acqua in eccesso. Insaporire con sale, pepe ed il trito di maggiorana e prezzemolo. Mettere da parte.

Preparare la copertura con la besciamella classica:100g di burro, 100g di farina ed un litro di latte più un pizzico di noce moscata e poco sale. Quando è ancora calda unire 150 g di formaggio grattugiato e quando si sarà intiepidita unire anche i tuorli mescolando bene.

In una pirofila disporre uno strato di patate, salare leggermente, cospargere con poco grana e sopra questo fare uno strato di fette di melanzana.
Aggiungere il sugo ai funghi e ripetere ancora una volta: patate, formaggio, melanzane e sugo ai funghi.
Sopra l'ultimo strato di sugo chiudere con le melanzane, coprire con un foglio di carta d'alluminio ed infornare per circa 45 minuti a 180°.
Togliere la moussaka dal forno, eliminare il foglio di alluminio e ricoprire abbondantemente la superficie della moussaka con la besciamella.
Cospargere con il rimanente grana grattugiato e rimettere il tutto nel forno per altri 10 minuti.
Alla fine passare sotto il grill fino alla doratura della superficie.

*La moussaka che faccio di solito è quella di Marco, un amico che non c'è più....
La base degli strati delle patate e delle melanzane più la besciamella sono come quelle della sua ricetta che prevede anche un ragù di carne molto speziato.*

giovedì 10 settembre 2015

GNOCCHI DI ALBICOCCHE (...al sedano)


Ingredienti:
patate
1 uovo
farina 00
alcune albicocche
un gambo di sedano
burro
grana grattugiato
sale e pepe

Preparazione
lessare e patate, passarle allo schiacciapatate ancora calde e farle intiepidire.
Aggiungere un uovo intero e tanta farina quanta ne serve per ottenere un impasto liscio.
Tagliare a pezzi di circa 1,5 - 2 cm di lato le albicocche.
Suddividere l'impasto di patate in piccoli pezzi ed in ognuno racchiudere un pezzetto di albicocca, formando delle palline regolari.

Mettere a bollire dell'acqua e salarla.
Appena l'acqua bolle gettarvi gli gnocchi e cuocerli per circa 5 minuti (dipende dalle dimensioni).
Intanto preparare il condimento...

Tritare un gambo di sedano con il coltello riducendolo in piccoli pezzi.
Mettere una padella sul fuoco con del burro assieme al trito di sedano.
Scolare gli gnocchi e posizionarli nel piatto.
Cospargerli con il grana grattugiato ed un giro di pepe.
Appena il burro sul fuoco sarà fuso ed insaporito dal trito di sedano condire gli gnocchi e servirli subito ben caldi.

lunedì 7 settembre 2015

FRITTELLE DI FRUTTA (con frutta e succo di frutta)


Ingredienti:
frutta in scatola al naturale e relativo succo (io ho usato 3 fette di ananas...)
oppure ancora meglio...frutta fresca e relativo succo
La quantità non è importante ma è da preparare a pezzi, anche irregolari e non molto grossi.
2 uova
6 cucchiai di farina 00
40 g di zucchero semolato
olio di arachidi per friggere
Preparazione:
scolare le fette di ananas dal loro succo (mettendolo da parte) e spezzettarle mettendole in un colino
raccogliendo anche il resto del loro succo.
Lavorare sei cucchiai di farina con il succo messo da parte.
Separare i tuorli dagli albumi montando questi a neve ferma.
Unire i tuorli all'impasto.
Rovesciare quindi l'impasto sugli albumi montati e mescolando bene dal basso verso l'alto unire l'impasto stesso agli albumi montati cercando di non smontare il composto...
Unire poi la frutta poca alla volta e friggerla ben avvolta dal composto montato, a cucchiaiate in olio profondo.
Le frittelle non sprofonderanno nell'olio.
Dorarle bene e passarle poi su della carta assorbente prima di cospargerle con lo zucchero semolato.

*Il dolce arriverà solamente dalla superficie delle frittelle. Si possono fare con qualunque tipo di frutta. In caso di mancanza di succo usare vino bianco o latte in alternativa, dipende dalla frutta ...*

UVA PICCANTE (con gorgonzola piccante e granella di nocciole)

Ingredienti:
alcuni acini di uva da tavola bianca o nera
gorgonzola piccante (o bergader)
mascarpone
granella di nocciole tostate

Preparazione
lavare l'uva ed asciugarla. Tagliare a metà gli acini verticalmente e se possibile con una punta eliminare i semini.
Lavorare a crema gorgonzola e mascarpone e con il composto ottenuto farcire gli acini.
Passarli poi nella granella facendola ben aderire.
*...la granella di nocciole è un trucco per non sentire eventuali semini rimasti....*


domenica 30 agosto 2015

MELANZANE AL FORNO



Ingredienti:
melanzane grosse e tonde
mozzarella
foglie di basilico
poco formaggio stagionato grattugiato
Per il condimento:
pomodori maturi
aglio
un cucchiaino di olio extravergine d'oliva

Preparazione
Tagliare le melanzane a metà per lungo, tagliare le punte ai lati ed affettarle ma senza arrivare fino in fondo alle fette. Allargando un poco i tagli salarle e disporle con il taglio verso il basso a perdere l'acqua di vegetazione.
Intanto preparare il condimento.
Scottare brevemente i pomodori ben maturi, spellarli e tagliarli a cubetti cercando di togliere la maggior parte dei semi.
In una casseruola mettere insieme il pomodoro a cubetti, l'olio d'oliva e l'aglio finemente affettato.
Far ridurre il sugo e salarlo un poco alla fine.
Mettere in una pirofila uno strato di sugo e gli eventuali ritagli delle melanzane, posizionare le mezze melanzane sopra con il taglio rivolto verso l'alto. Divaricando leggermente le fette inserire delle sottili fettine di mozzarella e qualche foglia di basilico spezzettata.
Coprire con qualche cucchiaio di sugo di pomodoro e chiudere con un foglio di alluminio.
Infornare a 190°- 200° in forno preriscaldato per circa mezz'ora.
Togliere poi il foglio di alluminio, cospargere con qualche pizzico di formaggio già grattugiato e rimettere nel forno a gratinare...
Sono ottime tiepide, quasi fredde.


sabato 15 agosto 2015

SALSA CORSA (con peperoni, pomodori, vino rosso...)


500 g di pomodori maturissimi pelati
500 g di peperoni rossi
3dl di vino rosso
1 cucchiaino di zucchero
1 dl di olio
1 cipolla
2 spicchi d'aglio
1 foglia d'alloro
sale e pepe q.b.

Tritare con il tritatutto i pomodori pelati.
Tagliare i peperoni puliti e lavati a pezzettini fini.
Versare l'olio in un tegame (non di alluminio, come al solito...) e aggiungere la cipolla tritata. Quando la cipolla comincia a prendere colore aggiungere i peperoni e farli emettere la loro acqua.
 Aggiungere poi i pomodori e farli emettere il liquido. Quando il composto è quasi asciutto, versare il vino nel tegame ed aggiungere i due spicchi d'aglio schiacciati, la foglia d'alloro e sale e pepe q.b.
Cuocere lentamente finché si avrà una salsa densa.
Togliere quindi l'alloro e l'aglio, aggiungere lo zucchero e quando la salsa avrà raggiunto la densità di una confettura, versarla caldissima nei vastti sterilizzati ancora caldi.
Far raffreddare capovolto e sterilizzare poi per una ventina di minuti.
E' ottima con gli arrosti, in modo particolare con quelli di selvaggina.

giovedì 30 luglio 2015

TORTA GIAPPONESE CON 3 INGREDIENTI (3 uova, cioccolato bianco, ricotta)


ingredienti:
3 uova
120 g di ricotta
120 g di cioccolato bianco
preparazione:
fondere il cioccolato bianco a bagnomaria.
Separare i tuorli dagli albumi e montare a neve fermissima questi ultimi.
Mescolare benissimo ricotta e tuorli ed unire al composto il cioccolato bianco fuso.
Aggiungere infine gli albumi montati a neve con un movimento dal basso verso l'alto.
Si otterrà un insieme soffice ed abbastanza sostenuto...
In una teglia di vetro da forno inserire un anello di 18 cm di diametro e foderare il fondo e l'interno dell'anello stesso con della carta forno (per sicurezza meglio ungerla con un poco di burro, non si sa mai...)

Accendere il forno e portarlo a 170°.

Stendere il composto livellandolo bene nell'anello precedentemente preparato.
Coprire il fondo della leccarda del forno con acqua ed appoggiarvi sopra la teglia con l'impasto nell'anello.
Cuocere poi a 170° per 15 minuti.
Abbassare la temperatura a 160° e cuocere per altri 15 minuti.
Spegnere il forno e lasciare il dolce all'interno senza aprire per altri 15 minuti.

Togliere il dolce dal forno e farlo raffreddare.
Cospargerlo di zucchero a velo.
Pronto!*questa ricetta semplice e con un numero minimo di ingredienti è presa dal web, dove viene solitamente presentata come torta giapponese....*

venerdì 24 luglio 2015

CASSATELLE DI AGIRA (con farina di ceci)

Per la pasta:
1 kg di farina di ceci (togliere 100g che serviranno per il ripieno...)
270g di zucchero
300g di burro
2 uova
acqua

Per il ripieno:
400g di mandorle sgusciate e tostate
300g zucchero
30g di cacao amaro
50g di cacao dolce
1/2 litro di acqua
buccia di 1 limone non trattato
100g di farina di ceci (quella messa da parte)

Tritare le mandorle con la buccia del limone non trattato.
Mettere l'acqua in una casseruola assieme allo zucchero ed alle mandorle e portare ad ebollizione. Aggiungere il cacao mescolando continuamente per evitare che si attacchi. Aggiungere poi la farina continuando a mescolare e cuocere per 5 - 10 minuti.
Mettere in una ciotola coperto da pellicola a raffreddare.

Intanto con gli altri ingredienti preparare l'impasto e formare dei rotoli di circa 3-4 cm di diametro.
Staccare dei pezzetti di pasta tirandoli fino a formare un cerchio di circa 13 cm di diametro. Al centro di ogni cerchio mettere un cucchiaio di ripieno e chiudere a mezzaluna facendo aderire bene i bordi.

Scaldare il forno a temperatura altissima ed infornare i dolcetti per pochissimo tempo dopo averli posizionati su teglie coperte con della carta forno. I dolci non devono cuocere, devono solamente indurire e rimanere del colore dorato della farina di ceci.
Quando sono pronti spolverizzarli con zucchero a velo e cannella e servirli freddi.

*Sono dei dolci senza farina, facili da fare e di gusto particolare*

RATATOUILLE

Ingredienti:
150 g di cipolla dorata
1 spicchio d'aglio
150 g di melanzane
150 g di peperoni gialli e rossi
150 g di zucchine
300 g di pomodori (di cui la metà molto maturi...)
alcune foglie di basilico
un rametto di timo
una foglia d'alloro
alcune foglie di prezzemolo
sale e pepe
2 cucchiaini di olio extravergine d'oliva

Preparazione:
scottare i pomodori in acqua bollente, pelarli e tagliarli a cubetti togliendo la maggior parte dei semi.
Scaldare l'olio extravergine d'oliva e far stufare (per 5 minuti) la cipolla tagliata a fettine sottili.
Aggiungere i peperoni, lavati e puliti dai semi e dai filamenti, tagliati a quadretti.
Proseguire la cottura per 4 minuti.
Togliere quindi le verdure dalla padella e metterle da parte.
Lavare e tagliare a cubetti le melanzane senza togliere la buccia e farle dorare nella stessa padella...
Lavare, spuntare le zucchine, tagliarle a cubetti e riunire tutte le verdure nella stessa padella mescolandole (i pomodori non ancora...).
Aggiungere quindi i pomodori più maturi frullati e cuocere per altri 2minuti.
Infine unire gli altri pomodori tagliati a cubetti, la foglia d'alloro, il rametto di timo ed il basilico spezzettato.
Coprire e proseguire la cottura per altri 15 minuti a fuoco dolce.
Infine eliminare le erbe ed aggiungere lo spicchio d'aglio tritato assieme al prezzemolo, sale e pepe.
Servire dopo alcuni minuti...

*Le dosi sono un modulo che può essere ripetuto per ottenere una maggiore quantità di ratatouille.
E' importante rispettare i tempi di cottura perchè le verdure utilizzate non sono tutte uguali.
Volendo un gusto della ratatouille tendente al dolce aggiungere eventualmente altra cipolla.
L'equilibrio dei gusti tra le erbe e le verdure, rispettando le dosi, è come io lo preferisco...
Ognuno può seguendo i suoi gusti, variare le dosi per rendere di suo gradimento la ratatouille, ottimo e leggero piatto estivo*

mercoledì 15 luglio 2015

SPAGHETTI DIETETICI (di zucchine)



Ingredienti:
zucchine grosse e fresche

pomodorini

qualche foglia di basilico

qualche stelo di erba cipollina

sale

succo di limone





Tagliare le zucchine a fettine sottilissime con la mandolina.
Tagliare quindi longitudinalmente le fette per ottenere gli spaghetti.
Metterli poi in uno scolapasta e cospargerli di sale.
Passati alcuni minuti gli spaghetti dapprima rigidi si ammorbidiranno e perderanno acqua di vegetazione. A questo punto saranno pronti: sciacquarli per eliminare il sale e metterli da parte.



Preparare il condimento tagliando a cubetti i pomodorini e metterli a marinare per qualche minuto assieme al succo di limone, erba cipollina tagliata sottile e basilico spezzettato.

Preparare quindi il piatto, decorando a piacere (io ho usato un ciuffetto di basilico, dei petali di rosellina e tre piccole fragole) secondo il gusto personale.
Essendo un piatto soprattutto vitaminico e dietetico, vista l'esigua quantità di apporto calorico, per renderlo più sostanzioso si potrebbe aggiungere un cucchiaino di olio extravergine d'oliva. Ma anche no...

*In un organismo sano, per rendere i piatti dietetici basta limitare gli zuccheri (sia semplici che complessi) ed evitare (ma non eliminare ...) i condimenti a base grassa sia vegetale che animale. Per insaporire usare eventualmente spezie ed erbe.
L'apporto calorico sarà notevolmente diminuito in ogni caso, anche se gli ingredienti non saranno pesati al grammo....*

sabato 11 luglio 2015

FRITTELLINE ALLA NEVE







Un vecchio ricettario Carli (del 1949) donato a mia madre nel '50, quando lavorava a Torino, da una signora.....
Al n.294 la ricetta.
Da provare sicuramente anche le altre ricette che compaiono sulla stessa facciata: veloci, semplici e deliziose!

Sul QB di luglio 2015
 

FROLLA LEGGERA (per crostate alla frutta o semplici biscotti...)


Ingredienti della pasta frolla leggera:
per l'impasto
200 g di farina bianca 00
100 g di fecola
1 pizzico di sale fino
50 g di zucchero
60 g di burro
60 g di ricotta fresca
1 uovo intero ed 1 tuorlo
1 cucchiaino da caffè di lievito per dolci
Impastare gli ingredienti, formare una palla, avvolgerla in pellicola e farla riposare in frigo una ventina di minuti prima di stenderla in una teglia per crostate.
Cuocere in forno statico preriscaldato a 180° per circa 20 minuti.
Quando la frolla sarà fredda spostarla dalla teglia al piatto.
Per la copertura
Crema pasticcera Bimby
300 g di latte
estratto di vaniglia
30 g di amido di frumento (Frumina)
60 g di zucchero
3 tuorli
Cuocere 7 minuti a 90° con velocità 5.
Si può fare ovviamente anche senza il Bimby usando le stesse dosi...

Pulire e lavare velocemente le more.
Pulire, lavare, togliere il nocciolo alle albicocche e tagliarle a fettine.
Preparare la gelatina per la copertura con 6 g di polvere (Tortagel), 125 g di acqua e 2 cucchiai di zucchero sciolti in un pentolino. Far bollire un paio di minuti. Si usa tiepida sulla frutta.

Montaggio della crostata
Appoggiare la base di frolla sul piatto e stendervi sopra la crema pasticcera.
Disporre sulla pasticcera la frutta prima preparata, ben scolata ed appoggiata precedentemente su della carta da cucina per eliminare l'acqua del lavaggio.
Lucidare la torta passando la gelatina sulla frutta fresca.

questa frolla leggera con ricotta al posto del burro è ottima per questo tipo di crostate, sia grandi che mini, ma non è adatta a tutte le preparazioni perchè tende a rompersi


martedì 23 giugno 2015

LE POVERETTE (polpette...)



Ingredienti per 30 pezzi

150g di pane raffermo
1 bicchiere di latte
1 cucchiaio di formaggio grattugiato
una manciata di pomodorini confit
origano fresco
una o due acciughe dissalate

1 uovo
pangrattato
olio per friggere

Preparazione
Tagliare il pane duro a cubetti con un coltello, frantumandolo bene. Unire il formaggio ed il bicchiere di latte. Far riposare in modo che il pane si ammorbidisca. Unire infine le acciughe a pezzetti e le foglioline di origano tritate, i pomodorini confit a striscioline e mescolare bene passando il composto tra le dita schiacciando eventuali pezzetti di pane non ancora ammorbidito.
Formare trenta palline uguali, passarle nell'uovo sbattuto, nel pangrattato e friggerle.
Quando saranno dorate uniformemente toglierle dall'olio e metterle a perdere l'unto su della carta assorbente da cucina. Salarle leggermente e servirle.

*ottime e fatte con ingredienti poveri, si possono variare di gusto aggiungendo altri ingredienti all'impasto base. Buone anche con l'aggiunta di una salsina ...tipo questa del post...*

sabato 6 giugno 2015

PASTA CHOUX (per bignè, eclairs ...)



Ingredienti:
250g di acqua
100g di burro
1 pizzico di sale fino
150g di farina bianca 00
4 uova intere

Preparazione:
mettere in un pentolino d'acciaio l'acqua, il burro ed il sale. Portare a bollore ed aggiungere in un sol colpo la farina mescolando e cuocendo fino a quando l'impasto formerà una palla. Far raffreddare.
Quando l'impasto sarà freddo incorporare una ad una le uova.
Foderare la teglia con la carta forno ed accendere il forno a 180°.
Intanto far uscire l'impasto da una bocchetta liscia sulla carta forno prima preparata fino alla grossezza di una noce...Con queste dosi ne vengono tanti di bignè, li potete conservare per altre preparazioni, sia dolci che salate. Ci mettono circa 20 minuti a cuocere, gonfiandosi in cottura..



Quelli della foto son farciti con crema pasticcera e crema al cacao.

PASTA SFOGLIA (con albume...)


Nata  per utilizzare albumi avanzati, si è dimostrata molto versatile: per dolci, per salati, per strudel. Fatta sempre con il burro, non è molto friabile come quella classica, ma con i ripieni diventa speciale!

Ingredienti:
 125g di farina 00
 80 g di burro di frigo e 40 di burro a pomata
  2 albumi
  1 pizzichino di sale.

mettere nel mixer farina, burro e sale e con le lame in movimento aggiugere lentamente gli albumi dal foro del coperchio. Si formerà una palla che andrà stesa in un rettangolo sul ripiano leggermente infarinato.
Sulla superficie della pasta stendere uno strato leggerissimo di burro a pomata aiutandosi con un pennello.
Piegare più volte e sopra ogni piega spennellare il burro. Mettere l'impasto in frigo e dopo mezz'ora stenderlo e ripiegarlo di nuovo. Ripetere ancora una volta e poi utilizzarlo dopo averlo steso.


MEZZA FROLLA (per biscotti, mini crostatine, ecc...)

               



   Ingredienti:
                    1 limone non trattato
                    100g di zucchero semolato
                     300g di farina 00
                     1 pizzico di sale fino
                     120g di burro a pezzetti
                      1 uovo intero e 2 tuorli
                      1 cucchiaino da caffè di lievito per dolci

Preparazione:

tritare finissimamente la buccia del limone e polverizzare lo zucchero (ridurlo a velo). Unire gli altri ingredienti ed impastare (a mano o a macchina). Avvolgere la palla dell'impasto in pellicola trasparente e lasciare in frigo per mezz'oretta. Togliere l'impasto dal frigo, stenderlo sul ripiano infarinato ed usarlo per le forme che si preferisce.

venerdì 5 giugno 2015

COZZE (nuovo formato di pasta)



Ingredienti:
150 g di farina 00

150 g di semola rimacinata di grano duro
3 uova fresche
1 bustina di nero di seppia

Preparazione:
impastare gli ingredienti ed unire la bustina di nero di seppia ai 3/4 dell'impasto.
Tirare le sfoglie dopo averle fatte riposare per circa mezz'ora, posizionando al centro la sfoglia chiara ed arrotolarle a cilindro (come dalla foto sotto)

 Far riposare di nuovo l'impasto per dare il tempo ai due colori di aderire e tagliare i cilindri così ottenuti a fettine di spessore 2 mm circa.
Appiattire le fettine con le dita (tipo le orecchiette...) pizzicare una punta allungandola ed arrotolarla su se stessa (punto d'unione delle conchiglie bivalve...). Questo permetterà il mantenimento della forma.
 Cuocere in acqua bollente salata dai 12 ai 15 minuti (dipende dallo spessore che avete ottenuto).

Condire a piacere con sugo a base di pesce o verdure.





giovedì 14 maggio 2015

PETITS FOURS (con i fiori di sambuco)


Base impasto salato
2 uova
80 g di amido (o frumina, o fecola, o maizena…)
60 g di burro morbido
1 cucchiaino da caffè scarso per torte salate
1 pizzichino di sale
poco pepe
1 cucchiaio di grana
2 cucchiai di fiorellini di sambuco.
Frullare tutto insieme e riempire gli stampini. Cuocere a 180°…
Preparare con un caprino e un paio di cucchiai di fiori il ripieno.
Riempire una siringa con questo e quando sono cotti farcire. Decorare a piacere.

Le mini ciambelline a sinistra sono decorate con un granello di pepe rosa, i baci di dama a destra sono decorati con granella di nocciole ed una lacrima di miele di castagno...





mercoledì 18 marzo 2015

OVETTO DECORATO (fatto con il filo)


Occorrente:

1 supporto di polistirolo a forma di uovo

Dei fili di cotone colorati

Degli spilli (meglio con la capocchia colorata perché più semplici da usare in questo caso)

Pellicola per alimenti

Colla vinilica e pochissima acqua

Un pennellino

Fiocchi, nastri, fiorellini….da usare con fantasia per la decorazione

Della paglia o erba finta

Pulcini ed ovetti da posizionare all’interno dell’uovo.



Esecuzione:

Ricoprire con la pellicola per alimenti metà uovo fermandola con degli spilli colorati posizionati a distanza regolare. Con altri spilli formare un cerchio di dimensioni sufficienti a posizionare poi la decorazione prescelta (l’erba, il pulcino e l’ovetto…). Tendere il filo di cotone del colore prescelto da uno spillo all’altro ricoprendo la parte che formerà metà uovo.





Con un pennellino bagnato in poca acqua (quel tanto che basta per rendere la colla vinilica poco più fluida) passare più volte sui fili tesi ricoprendoli bene e far asciugare.

Togliere poi gli spilli lasciando la forma al suo posto.

Ricoprire con altra pellicola per alimenti l’altra metà dell’uovo, posizionando gli spilli dove stavano prima per fermare la pellicola pulita.


Tendere i fili badando di ricoprire bene tutta la metà forma (retro dell’uovo). Passare il pennello con la colla come già fatto in precedenza facendo poi asciugare.

Togliere finalmente gli spilli e staccare la pellicola dalla forma ottenuta con i fili.

Unire poi le due metà uovo con un filo dello stesso colore.

Decorare a piacere sia l’interno, che l’esterno dell’uovo di filo così ottenuto.

Un’idea è quella della foto…

Buon divertimento!!!!!!  
Questa è l'idea per il segnaposto ....L'uovo è più piccolo.