sabato 31 gennaio 2015

CIAMBELLA AL LIMONE (senza elettrodomestici...)


Ingredienti:
1 limone intero
3 uova
250 g di farina 00
50 g di frumina (amido di frumento)
200 g di zucchero semolato
1 bicchiere di yogurt agli agrumi
1/2 bicchiere di olio di mais
1 pizzico di sale fino
1 bustina di lievito per dolci
poco burro per lo stampo
zucchero a velo per la superficie

il fornetto che permette la cottura sul gas (Versilia)

Preparazione:
Tagliare il limone a metà e recuperare la polpa con il relativo succo.
Separare le chiare delle uova dai tuorli e montare queste ultime con lo zucchero semolato usando un cucchiaio di legno, fino a quando diventeranno chiare e soffici.
Usando una forchetta montare le chiare a neve leggera con qualche goccia di succo di limone e il pizzico di sale.
Nel recipiente dei rossi montati alternare a cucchiaiate l'olio, lo yogurt, le chiare semimontate e la farina unita alla frumina ed al lievito facendola man mano cadere da un setaccio.
Ungere con il burro le pareti della pentola fornetto, cospargerla con della farina facendola aderire bene alle pareti dello stampo.
Lavorare bene ed a lungo l'impasto fino a quando ricade formando un "nastro".
Far cadere l'impasto pronto nella pentola cercando di distribuirlo uniformemente.
Posizionare la pentola ben chiusa, con il suo sottopentola posizionato sul fondo, sul fuoco più piccolo del gas. Cuocere a fiamma alta per i primi 5 minuti, abbassare la fiamma al minimo e proseguire la cottura per altri 45 minuti, alzare di poco la fiamma e finire la cottura dopo altri 4-5 minuti.
Aspettare un paio di minuti, aprire la pentola e rovesciare la ciambella sul piatto cospargendola di zucchero a velo.

*Le pentole fornetto sono molto comode e durante la cottura non vanno mai aperte. Per sorvegliare la cottura basta indirizzare la luce di una pila in un foro del coperchio, guardando da un altro...
Fare attenzione a non usare la fiamma troppo alta per evitare di bruciacchiare la parte interna del dolce. Scaldando bene i primi cinque minuti si avvia la cottura che proseguirà con il gas al minimo. Alzando la fiamma alla fine si dorerà anche la parte superficiale.
 Il tempo di riposo finale permette il facile distacco della ciambella dallo stampo.*



Nessun commento:

Posta un commento