giovedì 12 settembre 2013

Fiori di frutta





Fatta con il sistema del montaggio al contrario che permette svariate composizioni, partita dall’idea di Montersino, una torta della consistenza di una mousse delicata, insaporita dalla frutta e da piccole gocce di gelatina. 

Come si fa?
Semplice…
Preparare un pan di spagna normale che servirà per gli strati…

Prendere una base piana, posizionare sopra la forma quadrata che conterrà il dolce e rivestire tutto di pellicola.
Tagliare della frutta fresca a piacere e posizionarla con il  lato del taglio verso il fondo usando la fantasia. Con altra frutta e succo di limone, assieme a poco zucchero preparare una macedonia per ottenere il succo per la bagna.

Per la mousse:
Montare la panna (un litro) fresca fino a quando diventa consistente, non del tutto…

Preparare la pasticcera con:
6 rossi d’uovo
600g di latte
raschiatura di una bacca di vaniglia
60g di frumina
120g di zucchero
L’ho fatta col bimby: 7 minuti a 90° velocità 4. (si può fare anche manualmente, ma si deve stare attenti alla temperatura).
Mettere a mollo 9g scarsi di fogli di gelatina in acqua fredda.

Far raffreddare la pasticcera, prendere una piccola parte, riscaldarla di nuovo e sciogliere bene la gelatina ammollata, prima strizzata.
Incorporare il tutto alla pasticcera fredda e poi alla panna quasi montata. Si otterrà una chantilly densa che raffreddandosi diventerà mousse, come consistenza.

Mettere la crema in una siringa per dolcie seguire i contorni della frutta posizionata precedentemente nello stampo, riempire poi con la crema lo spazio rimanente e livellare bene. Mettere in frigo e dimenticarsene per circa due ore, è meglio…

Tagliare il pan di spagna a fette  di circa un centimetro,  verticalmente, spalmare ogni fetta con marmellata ai frutti di bosco bella densa (io ci ho messo quella di lamponi fatta poco tempo fa) ed appoggiare le fette sopra la crema ormai solidificata, con il lato della marmellata verso la crema. Bagnare leggermente il pan di spagna con il succo ottenuto dalla frutta macerata. Fare un altro strato di crema  con i pezzetti di frutta dentro.

Coprire con un altro strato di pan di spagna e bagnare anche questo col succo.

Mettere tutto in frigo qualche ora a solidificare.
Prima di capovolgerla meglio passarla per sicurezza un’ ora in congelatore.

Capovolgere la torta sul piatto adatto, togliere la pellicola delicatamente, decorarla con frutta fresca e piccole gocce di gelatina all'albicocca (fatte con una siringa per dolci). Volendo si può lucidare con della gelatina, ma si può anche farne a meno.



Ed ecco la fetta:



Nessun commento:

Posta un commento