giovedì 22 settembre 2022

INSALATA DI PATATE (con peperoni, olive e feta)



Ingredienti:

2 grosse patate
300g di peperoni dolci
150g di feta a cubetti
80g di olive nere e verdi
4 spicchi d'aglio
1 rametto di rosmarino
6 cucchiai di olio extravergine d'oliva
1 pizzico di peperoncino
sale e pepe

Preparazione
lessare le patate in acqua bollente salata fino a quando saranno morbide: andranno circa 30 minuti. Sbucciarle e farle raffreddare prima di tagliarle a spicchi. Lavare e pulire i peperoni,  tagliarli a filetti nel senso della lunghezza.
Foderare una teglia con carta da forno.
Riunire patate e peperoni in una ciotola, aggiungere l'aglio e gli aghetti di rosmarino tritati, l'olio d'oliva, sale, pepe e peperoncino e mescolare bene prima di stendere il tutto sulla carta forno nella teglia.
Cuocere a 200° per circa 40 minuti.
Tagliare a cubetti la feta, distribuirla sulle verdure e passare il tutto sotto il grill per circa 5 minuti. Aggiungere le olive e servire caldo o tiepido, a piacere.



SPIEDINI DI POLLO SPEZIATI







 Preparazione (il giorno prima):

Tritare 2 spicchi d'aglio e 30 g di zenzero fresco.
Unire 1 pizzico di coriandolo, 1 pizzico di cumino, 1 pizzico di curcuma,1 pizzico di pepe, 1 pizzico di noce moscata e schiacciare il tutto in un mortaio fino ad ottenere una cremina.
Mescolare con 250g di yogurt al naturale, 1 cucchiaio di olio, il succo di un limone, 1 cucchiaino da tè di zucchero di canna ed un cucchiaino di ketchup. 
Ridurre il pollo a cubetti (2 petti per 6 persone) e farli marinare nella salsa.

Il giorno dopo infilare i cubetti negli spiedi e cuocere per 15-20 minuti sulla piastra spennellandoli ogni tanto con la loro salsa.

MUFFIN (alla panna)




 Ingredienti (per 18 pezzi):

3 uova
120 g di zucchero semolato
200 g di farina 00
40 g di fecola di patate (o altro amido)
200 ml di panna fresca
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito per dolci
alcune gocce di aroma vaniglia (o limone)
zucchero a velo per la superficie

Preparazione:
mettere nel frullatore tutti gli ingredienti e frullare per circa 1/2 minuto. Posizionare i pirottini negli stampi e riempirli di impasto fino a 3/4. 
Cuocere per circa 30 minuti in forno già caldo a 180°.
Cospargere di zucchero a velo prima di servirli, dopo averli fatti raffreddare su una gratella.

* In ogni pezzo si possono aggiungere: gocce di cioccolato, pezzi di frutta o bacche, gocce di frutta, granella di frutta secca, datteri a pezzetti...quello che la fantasia suggerisce o che si ha a disposizione.*

sabato 27 agosto 2022

SALSA PER CARNE (rossa e rosa) alla griglia


 Ingredienti (per 4 bistecche di controfiletto di manzo tagliate grosse)

2 rametti di rosmarino (gli aghi)
2 rametti di salvia (le foglie)
4 rametti di maggiorana (le punte fresche e le foglie)
1-2 spicchi d'aglio spellati
1 dl di vino nero (io ho messo merlot)
1/2 cucchiaino di sale grosso
pepe
1 dl di olio d'oliva
                                  

Preparazione
versare il vino in un pentolino e farlo ridurre di circa la metà a fuoco bassissimo.
Nel frattempo pestare insieme rosmarino, salvia, maggiorana, aglio con i granelli di sale.
Unire un giro di mulinello di pepe ed il vino. Diluire con l'olio e far riposare.
Scaldare la piastra per la cottura alla griglia e cuocere le bistecche per circa 3-4 minuti per parte.
Si gustano tagliate a fettine ed irrorate con la salsa.

*Questa salsa scura è adatta per la carne rossa e per la carne di maiale (pancetta, costa...), ma anche per i cevapcici*

mercoledì 3 agosto 2022

TORTINA VELOCISSIMA




Ingredienti:
500g di ricotta freschissima
2 uova 140g di farina 00
140 zucchero 
120 g di latte (o metà panna fresca  e metà latte)
qualche goccia di estratto di vaniglia

Preparazione:
frullare bene ed a lungo tutti gli ingredienti insieme nel Bimby (o in un altro mixer) fino ad ottenere una crema.
Trasferire in uno stampo tondo da 20cm di diametro e cuocere per 50 minuti in forno preriscaldato a 160-170° circa.
Si gusta fredda decorata con frutta fresca di stagione o marmellata.

domenica 5 giugno 2022

UOVA IN FUNGHETTO (di Lucia Pertoldi)

 


Dal volume Mama moja Cent ricetis plui une di Lucia Pertoldi, edito dalla Società Filologica Friulana dove si trova fisicamente se interessati all'acquisto, una ricetta semplice ma molto gustosa che diventa monoporzione per praticità.

Lucia ha parlato dei vari modi di gustare le uova al funghetto il 13 ottobre 2013, nella trasmissione radiofonica Vita nei Campi. Tra le varianti ho scelto questa che prevede una gratinatura finale.

Preparazione:
si rassodano le uova, si sgusciano e si tagliano a metà nel senso della lunghezza.
Prelevare i tuorli sodi e mischiarli con aglio e prezzemolo tritati finemente, condire con sale e pepe e farcire le mezze uova dove si sarà messa una puntina di burro.
Le mezze uova Lucia le appoggia sugli spinaci, ma nella versione seguente anche sui funghi trifolati, ed è questa la versione che ho preferito.
Ho calcolato due uova a testa e le quattro metà dopo averle farcite, le ho condite con un filo di olio ed insaporite con altro sale, pepe e prezzemolo prima di farle gratinare.

*Il libro Mama moja di Lucia non è una semplice raccolta di ricette tradizionali o variate a piacere, è anche approfondire la conoscenza delle storie di cucina esplorando gli ingredienti in modo diverso nei piatti della tradizione, nel rispetto della stagionalità e nell'utilizzo dei vari componenti, che vengono così ulteriormente valorizzati.*

sabato 4 giugno 2022

COMPOSTA DI CILIEGIE (tipo sciroppate al vino rosso)

 


Ingredienti:

1/2 kg di ciliegie (non troppo mature altrimenti si spappolano)
150 g di zucchero
1/4 di vino rosso corposo
il succo e la scorza di 1/2 limone non trattato
1 chiodo di garofano 
1 scorzetta di cannella

Preparazione:
lavare ed asciugare le ciliegie togliendo nocciolo e picciolo.
Collocarle in uno strato unico in un tegame.
Versare sulle ciliegie lo zucchero in modo uniforme, 1 dl scarso di acqua, il vino, le scorzette ed il succo del limone, il chiodo di garofano e la cannella spezzettata.
Portare ad ebollizione a tegame scoperto, appena iniziano a bollire abbassare la fiamma al minimo, coprire e cuocere per due minuti soltanto.
Scolare quindi le ciliegie dal liquido e passare quest'ultimo da un colino, rimetterlo sul fuoco facendolo restringere ed addensare. Rimettere nel liquido le ciliegie scolate, far riprendere il bollore ed invasare subito bollente, inserendo nel vasetto prima le ciliegie e poi il liquido a coprirle.
Rovesciare il vaso per una decina di minuti per permettere la creazione del sottovuoto. Il liquido deve coprire le ciliegie!
Si conservano al fresco.
In frigo una volta aperto il vaso per una settimana o più.
Le ciliegie così preparate si possono usare per crostate, decorare dolci, sui gelati, insieme alla panna.
Il sugo si può utilizzare come componente di bagne per dolci oppure come bevanda insieme a del vino bianco frizzante o diluito in acqua, frizzante o meno, come bevanda dissetante.

*Le dosi del modulo raddoppiate o triplicate permettono la creazione di più vasetti. Tenere presente che per la riuscita migliore le ciliegie vanno cotte in strato unico o leggermente sormontate. Non usare vasetti molto grandi: calcolare una misura ottimale in modo che si conservino al meglio dopo l'apertura.*




domenica 15 maggio 2022

LASAGNE IN VESTE CROCCANTE (al ragù vegetale)


 Il giorno prima:
preparare il ragù vegetale come nella ricetta o come preferite.

Preparare la pasta all'aglio orsino ( o nel modo che preferite) tritando 4g di aglio orsino essiccato assieme a 100 g di farina di semola di grano duro. Aggiungere altra farina fino ad arrivare a circa 300 g complessivi (metà farina 00 e metà di farina di semola di grano duro). Impastare con 3 uova medie fino ad ottenere una pasta liscia da far riposare circa 15 minuti.

Preparare la besciamella soda con le proporzione di : 1 litro di latte, 100g di farina , 100 g di burro, 1 pizzico di sale fino.

Passato il tempo di riposo per l'impasto, tirare le sfoglie sottili, tagliarle e sbollentarle in acqua bollente leggermente salata più un cucchiaio di olio d'oliva. Passare la pasta in acqua fredda e mettere da parte quella che non si userà (basterà congelarla e per l'uso scottarla di nuovo).
Formare gli strati in una pirofila, partendo dalla pasta  (4 strati di farcia), e proseguendo con besciamella, ragù e formaggio grattugiato. Chiudere l'ultimo strato con pasta, besciamella, formaggio grattugiato e burro a fiocchetti.

Cuocere le lasagne in forno già caldo a 190° fino a quando la superficie comincerà a colorire, sfornare e far raffreddare. Mettere in frigo la teglia fino al giorno dopo.
Le lasagne si compatteranno ed il taglio delle porzioni sarà più netto, e più agevole diventerà la confezione del pacchetto di pasta.

Il giorno dopo:
preparare la pasta brisèe impastando 200g di farina 00 con 100 g di burro freddo, fino ad ottenere delle grosse briciole. Unire sempre impastando circa 50 g di acqua fredda cercando di non scaldare l'impasto lavorando. Formare una palla e far riposare in frigo.
Tagliare le lasagne pronte a quadrati di circa 10 cm di lato.
Stendere la pasta brisèe sottilmente (circa 2mm) tagliarla a quadrati e racchiudervi all'interno il quadrato di lasagna chiudendo a pacchetto.
Decorare con dei ritagli di impasto disposti con un incrocio tipo nastro, spennellare con un uovo sbattuto e cospargere con semi di papavero e granella di nocciole.

Cuocere a 190° per circa 20 minuti in forno preriscaldato e servire caldo ma non bollente.

*Molto libera interpretazione di una ricetta che si presta anche al riutilizzo in veste elegante, di lasagne variamente farcite.*


venerdì 6 maggio 2022

TATIN DI VERDURE (con patate, carote e silene)

 


Ingredienti:

patate piccole q.b.
carote grosse q.b.

una manciata di foglie di erba silene ( o spinaci)
40 g di zucchero
10 g di burro
3 rametti di timo
40 g di formaggio Montasio stravecchio
200 g di formaggio Montasio mezzano
sale e pepe nero quanto basta
pasta sfoglia tonda

Preparazione:
in una casseruola con acqua bollente leggermente salata cuocere al dente le patate piccole sbucciate e tagliate a fette per prime e poi le carote tagliate a rondelle, possibilmente dello stesso spessore delle patate (circa 1/2 cm).
Nella stessa acqua lessare le foglie di silene (o spinaci) e strizzarle per bene una volta tiepide, per eliminare l'acqua in eccesso.

Ricoprire il fondo di una tortiera con carta forno, cuocere burro e zucchero per ottenere un caramello semiscuro da stendere sul fondo della tortiera( da 22 cm di diametro circa) ricoperta di carta forno.
Distribuire alcune foglioline di timo sul caramello, le fette di patate con la faccia del taglio verso il fondo, le fette di carote ed infine i mucchietti di silene (o spinaci) a riempire gli eventuali spazi tra i dischetti delle patate e delle carote. Cospargere con sale e pepe e continuare con il Montasio stravecchio e poi con il Montasio mezzano a fettine, coprendo tutte le verdure.  Coprire poi tutto con il disco di sfoglia più grande della tortiera, rimboccando delicatamente la sfoglia a racchiudere il ripieno all'interno.

Infornare in forno preriscaldato a 200° e dopo 25 minuti continuare la cottura a 180° per altri 15 minuti.
Togliere poi dal forno e far riposare 2 minuti, ribaltare la tatin sul piatto e togliere il foglio di carta forno. Cospargere con altre foglioline di timo fresche. Buona calda, tiepida, oppure fredda.

*In questa ricetta di Y. Ottolenghi ho sostituito qualche ingrediente adattando la ricetta stessa a quello che avevo a disposizione. Il risultato finale è comunque simile, almeno nell'aspetto oltre che nei passaggi della preparazione.*

giovedì 5 maggio 2022

SHOURBHA ADS (con lenticchie rosse e cipolle)


 Ingredienti:
300g di lenticchie rosse 
3 cipolle tagliate ad anelli sottili
1.5 l di brodo 
1 cucchiaino di cumino in polvere
1 cucchiaio di succo di limone
1 dl di olio extravergine d'oliva
2 spicchi d'aglio
1 limone biologico 
sale e pepe

Preparazione
Rosolare gli anelli di due cipolle in metà olio per circa 10 minuti, fino a farle scurire, unire l'aglio sbucciato lavato e tritato cuocendo per altri due minuti e tenere in caldo.
Portare ad ebollizione il brodo ed unire le lenticchie dopo averle sciacquate.
Aggiungere la cipolla rimasta lavata e tritata e cuocere , senza mescolare a fiamma bassa, per mezz'ora.
Quando le lenticchie saranno sfatte, unire il succo di limone mescolando delicatamente e passare al setaccio. Aggiungere il cumino, il pepe e salare.
Versare la zuppa nelle scodelle e guarnire con il composto di cipolle ed aglio.
Servire accompagnando con spicchi di limone e pane tostato.

* Zuppa gustosa che si può sicuramente preparare anche con altri legumi.*

sabato 30 aprile 2022

PASTICCIO DI COSTE D'ARGENTO E CIPOLLA ROSSA CARAMELLATA

 

Per la pasta:

frullare una parte del verde delle coste prima sbollentate e ben strizzate (2-3 cucchiai) insieme a 2 uova intere.
Aggiungere 300g di farina (150 di semola rimacinata di grano duro e 150 g di farina00), impastare, formare una palla ed avvolgerla in pellicola.
Far riposare una ventina di minuti prima di stenderla aggiungendo eventualmente altra farina. 

Per la farcia:
mondare e lavare le coste d'argento. Separare la parte verde dalla parte bianca e cuocere quest'ultima, bollendo le coste tagliate a pezzi in acqua e vino bianco in parti uguali, 1 cucchiaio di farina 00 e 20 g di burro.
Scolare al dente.

Tagliare sottilmente le cipolle rosse e soffriggerle in burro e olio.
Aggiungere qualche cucchiaio di acqua bollente per brasarle ed alla fine alzare la fiamma dopo aver aggiunto 2 cucchiai di zucchero per farle leggermente caramellare. 

Per la besciamella:
La parte liquida avanzata dalla cottura delle coste più latte quanto basta per arrivare a 1 litro
80 g di burro
100 g di farina 00
noce moscata, sale

Altri ingredienti:
Parmigiano grattugiato
Altro formaggio grattugiato, tipo caciotta, da alternare negli strati (3 o 4)



Preparazione e cottura:

Preparare la besciamella con gli ingredienti descritti.
Montare il pasticcio con una base di pasta, continuando con qualche cucchiaio di besciamella, pezzi di costa, parmigiano e formaggio grattugiato, cipolla caramellata. Ripetere gli strati finendo con uno strato di besciamella, i due formaggi e qualche fiocchetto di burro.
Infornare in forno preriscaldato a 180° fino a doratura della superficie.
Aspettare qualche minuto prima di tagliare le porzioni.



lunedì 25 aprile 2022

BACI PANTESCHI (al pomodoro)

 


Ingredienti:

110 g di farina per tutti gli usi
40 g di farina bianca di mais 
1 uovo grosso
210 g di acqua
2 cucchiai circa di concentrato di pomodoro
non aggiungere sale

Preparazione:
frullare bene e a lungo gli ingredienti e far riposare l'impasto prima di friggere pochi pezzi per volta in olio profondo.
Prima si deve scaldare il ferro nell'olio bollente.
Il ferro va poi immerso nell'impasto fino all'orlo, ma senza oltrepassarlo.
Friggendo nell'olio bollente la forma si staccherà dal ferro.
Farcire a piacere.
Quelli nella foto hanno un ripieno cremoso a base di ricotta: la parte verde è ottenuta con aglio orsino, prezzemolo frullati insieme alla ricotta, mentre per la parte bianca ho frullato solo ricotta e feta.
Sono decorati con foglioline fresche di insalata.

*I baci panteschi sono dolci tipici che di solito si farciscono con ricotta e cioccolato. L'impasto per ottenerli non è quello descritto più sopra, ovviamente.*

sabato 23 aprile 2022

BACI PANTESCHI (salati)


 Ingredienti:

120 g di farina per tutti gli usi
40 g di farina bianca di mais 
1 uovo grosso
220 g di acqua
non aggiungere sale

Preparazione:
frullare bene e a lungo gli ingredienti e far riposare l'impasto prima di friggere pochi pezzi per volta in olio profondo.
Prima si deve scaldare il ferro nell'olio bollente.
Il ferro va poi immerso nell'impasto fino all'orlo, ma senza oltrepassarlo.
Friggendo nell'olio bollente la forma si staccherà dal ferro.



TORTA DI FRUTTA ALLA CREMA (con ananas, fragole e mirtilli)

 


Ingredienti e preparazione della base:

4 uova
240 g di farina 00
240 g di zucchero semolato
alcune gocce di estratto di vaniglia
alcune gocce di succo di limone

Separare i tuorli dagli albumi e montare a neve fermissima questi ultimi insieme a 80 g di zucchero e alcune gocce di succo di limone.
Montare i tuorli con lo zucchero rimanente e la vaniglia ed unire la farina, a 3 o 4 riprese facendola cadere da un colino. Contemporaneamente aggiungere le chiare a neve a cucchiaiate facendo attenzione a non smontare il composto, mescolando sempre dal basso verso l'alto. 
Foderare con carta forno uno stampo a cerniera (cm 26 di diametro) e rovesciare all'interno l'impasto livellandolo bene.
Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti abbondanti.
Infilando uno stecchino dovrà uscire asciutto perché il pan di spagna sia pronto.
Sfornarlo, togliere l'anello, rovesciarlo subito su una gratella e privarlo della carta forno.
Una volta freddo tagliarlo orizzontalmente in tre parti.

Ingredienti e preparazione della crema


Per la crema di uova:
5 uova

250 g di zucchero
100g di amido (di riso, frumina, maizena o fecola di patate)
alcune gocce di estratto di vaniglia
1 litro di latte
Preparare la crema con il bimby:
mettere nel boccale tutti gli ingredienti della crema e cuocere 10 minuti a 90° vel.4. . 

Volendo la crema si può preparare anche senza bimby:bollire il litro di latte con il baccello di vaniglia.
Intanto montare le uova con lo zucchero unendo l'amido da un setaccio (eventualmente diluendo con poco latte fatto intiepidire).
Togliere il baccello di vaniglia dal latte e frullare il composto di uova insieme al latte, trasferendo il tutto in una casseruola.
Cuocere per circa 10 minuti mescolando continuamente ed aggiustando la fiamma per non raggiungere mai il bollore fino a quando la crema si addenserà ed il cucchiaio farà fatica a girare.

Ingredienti e preparazione di decorazione e bagna con composizione del dolce

Alcune fragole possibilmente di grandezza simile
Mirtilli
Ananas al naturale fresco o conservato
Gelatina
Succo di mandarini o di arancia
1 cucchiaio di zucchero da sciogliere nel succo.

Tagliare le fragole verticalmente a metà
Lavare i mirtilli ed aggiungerli alle fragole.
Scolare le fette di ananas trattenendo e filtrando il succo.
Spremere i mandarini (o le arance) e filtrare il succo. 
Far macerare nel succo per circa un'ora le fragole a metà ed i mirtilli girando ogni tanto delicatamente.
Scolare poi la frutta e trattenere i succhi che serviranno come bagna.
Comporre la torta appoggiando il primo disco della base sul piatto. Col cucchiaio distribuirvi sopra 1/3 di bagna. Stendere uno strato di crema livellandolo uniformemente. Ripetere per altre 2 volte, chiudendo con la crema in superficie.
Affettare orizzontalmente le metà fragole a circa 2 mm di spessore, cercando di fare delle fette di dimensioni simili.
Suddividere le fette di ananas in pezzetti possibilmente uguali.
Per la decorazione finale seguire la foto appoggiando man mano la frutta sopra l'ultimo strato di crema e finire coprendo con gelatina la superficie decorata con fragole ed ananas. Completare appoggiando sopra i mirtilli spruzzandoli con gelatina fredda.
Passare in frigo per qualche ora prima di servire: il taglio delle fette così risulterà molto regolare perchè la base riceverà l'umidità della crema e della bagna ammorbidendosi.

* La particolare decorazione di fragole, nata originariamente per caso e per completare un tiramisù di fragole, si è dimostrata molto valida anche dal lato estetico per le torte di frutta. Inoltre, richiede molta frutta in meno rispetto alle decorazioni solite. Provatela!*

KNEPLFLES (gnocchi)


 Ingredienti:
1/2 kg di patate farinose
200g circa di farina
2 uova
4 cucchiai di latte
brodo di verdure
noce moscata
sale

Per condire:
mollica di pane in grosse briciole
1 etto di formaggio groviera (o altro...)
1 cucchiaino da tè di semi di papavero
50 g di burro

Preparazione:
lessare le patate e passarle allo schiacciapatate. Quando saranno tiepide impastarle con la farina, le uova, una grattatina di noce moscata, un pizzichino di sale battuti insieme, aggiungendo il latte se serve per la consistenza dell'impasto.
Suddividerlo velocemente in palline della dimensione di una piccola noce, eventualmente rigandole con i rebbi di una forchetta.
Portare ad ebollizione il brodo di verdure lasciandovi cadere gli gnocchi  portandoli a cottura.
Contemporaneamente sciogliere metà burro fino a quando avrà preso un bel colore nocciola e, sempre mescolando unire la mollica spezzettata facendola tostare.

Scaldare il forno a 180°.
Scolare gli gnocchi ed adagiarli in pirofile monoporzione imburrate.
Cospargere con la mollica prima tostata ed il formaggio grattugiato grossolanamente. Finire con i semi di papavero e dei fiocchetti di burro sulla superficie.
Infornarli per circa 20 minuti e gustarli dopo qualche minuto di riposo.

*La ricetta prevede patate, ma in realtà avevo trovato ricette in cui gli ingredienti consistevano in farina, uova, noce moscata fatti cadere nell'acqua in ebollizione senza aver prima formato gli gnocchi: una sorta di gnocchetti usati anche per accompagnare piatti di carne o stufati.*

MEZZELUNE RIPIENE CON GERMOGLI DI PUNGITOPO (ruscolini) ED UOVA SODE

 


Ingredienti per l'impasto:
3 uova
150 g di farina 00
150 di semola rimacinata di grano duro
più eventualmente altra farina per la consistenza 

Ingredienti per il ripieno:
3 uova sode
una manciata di germogli di pungitopo (ruscolini) lessati in acqua bollente leggermente salata
sale e pepe
2 cucchiai di Montasio stravecchio grattugiato

Preparazione:
Impastare le uova intere con le due farine, formare una palla e far riposare almeno mezz'ora prima di stenderlo.
Rassodare le uova contando 8 minuti da quando inizia il bollore, sgusciarle e frullarle insieme agli asparagi di pungitopo (ruscolini) e poco sale e pepe. 
Unire il formaggio grattugiato ed assaggiare per eventualmente aggiustare la sapidità del ripieno.
Stendere l'impasto e farcirlo aiutandosi con due cucchiaini, inumidendo il lato della chiusura prima di sigillarlo.
Servire le mezzelune calde dopo averle cotte in acqua bollente salata per qualche minuto, condite con formaggio grattugiato e burro fuso.
Si possono anche congelare separatamente dopo averle sbianchite. Si gusteranno in seguito immergendole in acqua bollente per completare la cottura.



QUICHE ALLE VERDURE (con coste d'argento, carote e Montasio)

 


Ingredienti:
1/2 kg di carote tagliate a bastoncini di 6-7 cm
300g di coste d'argento (solo la parte bianca) tagliate a pezzi di bastoncini di circa 7-8 cm
3 uova
250 ml di panna fresca
1 cucchiaio abbondante di pesto di aglio orsino 
1 base di pasta sfoglia pronta
150 g circa di formaggio Montasio fresco
sale e pepe q.b.

Preparazione
sbollentare in acqua bollente leggermente salata i pezzi di coste d'argento per 5 minuti e, dopo averle tolte, nella stessa acqua bollente i bastoncini di carota per circa 6-7 minuti. 
Stendere la pasta sfoglia in uno stampo rotondo basso sollevando leggermente il bordo che dovrà contenere il ripieno.
Battere le uova con la panna e quanto basta di sale e pepe, rovesciando una parte a coprire il fondo dello stampo con la pasta sfoglia.
Disporre in cerchi concentrici i bastoncini di carote e di coste prima preparati versando sopra la rimanenza delle uova con la panna a coprire.
Completare con il Montasio a fettine sottili ed il pesto di aglio orsino prima di infornare a 180° (forno statico preriscaldato) per circa 35 minuti, comunque fino a doratura della superficie.
Ottima tiepida o fredda.



domenica 10 aprile 2022

DIETANNA (che va bene per me)

 Questo metodo va bene per me e lo scrivo nel mio spazio sempre per evitare il solito foglio volante e la ricerca tra le mie ricette dietetiche inserite nel tempo in questo blog nella sezione: DIETETICI.
Ovviamente NON COPIATE!
Solo il vostro medico si può occupare della vostra salute personale!!!!!



Non elimina nessun ingrediente, si può decidere giorno per giorno le suddivisioni dei vari alimenti in base a quello che piace o che si ha a disposizione, ferme restando le porzioni totali che vanno suddivise in tutto l'arco giornaliero.

Il menù indicativo non è rigido, ma per comodità si suddivide in 3 pasti giornalieri l'insieme dei blocchi di alimenti e può essere composto nel modo che si preferisce facendo i dovuti calcoli:


COLAZIONE:
1 frutta
1 cereali o farinacei
1 proteine
1 grassi
1 latticini o latte


PRANZO
3 proteine
2 cereali o farinacei
1 grassi
1 frutta

CENA
3 proteine
1 cereali o farinacei
1 grassi
1 verdura
1 latte
1 frutta

FRUTTA
1 mela (fresca o al forno o in purè)
1 banana
2 albicocche
½ pompelmo
1 limone
10 acini d'uva , 8 di quella da tavola
1 pesca
1 arancia
1 fetta di melone media
½ mango
1 pera
2 fette di ananas fresco o al naturale
2 prugne grosse (o 4 piccole)
1 mandarino (o clementina) grosso (o 2 piccoli)
10 ciliegie
2 datteri (o 4 freschi)
2 fichi freschi (o 1 secco)
6 noci
10 piccoli frutti freschi da scegliere tra: mirtilli, more, lamponi o fragole

SUCCHI DI FRUTTA
di agrumi 200ml
mela o ananas 100 ml
uva o prugne 80 ml
pomodoro, carota o verdure 350 ml

SENZA LIMITI
brodo sgrassato o di verdure
caffè e tè senza zucchero
mostarda
aceto
succo di limone

A PIACERE
aglio
asparagi
carciofi
cavoli
cicoria
erbette
funghi
melanzane
spinaci
prezzemolo
zucchine
aromi freschi o secchi
salsa di pomodoro fresco


CEREALI o FARINACEI
1 panino medio
50 g di pane grattugiato
2 fette di pane tostato o no
30 g di pasta da cuocere
30 g di riso da cuocere
sempre 30 g misti (riso, farro o altro da cuocere)
1 patata piccola (5 cm di diam. circa)
1 manciata di pop corn

GRASSI
1 cucchiaio di : burro o margarina, o maionese, o formaggio/crema o olio (di semi o d'oliva)
1 fetta sottile di pancetta
1 fetta sottile di lardo
3 cucchiai di panna
5 olive
1/8 di avocado

PROTEINE (vedere le porzioni giornaliere)
Manzo 25 g: bistecca o hamburger
Maiale 25g: cotoletta, lonza, prosciutto, pancetta o altro (sia crudo che cotto)
Pollame o coniglio 25 g
Formaggio (possibilmente magro) 25 g
Uova 1 (vale per 2 porzioni di proteine)
Sardine 3
Sgombro 1
tutti gli altri pesci, crostacei, molluschi 25 g

LATTE E LATTICINI
50 ml di latte magro o in polvere
100 ml latte intero (togliendo 1 porzione di grasso dal menù giornaliero)
1 yogurt intero (1 bicchiere circa togliendo 1 porzione di grasso dal menù giornaliero)


VERDURE
barbabietole, carote, cipolle, piselli, fagioli, rape, zucca nella misura di 1 tazza circa.
Le altre verdure sono elencate in: A PIACERE e SENZA LIMITI.

Sale con moderazione.
Gli zuccheri sono già presenti nella frutta.














venerdì 18 febbraio 2022

TORTELLI con uvetta (dolci....ma anche salati)

 


Ingredienti:

120 g di farina
3 uova
50 g di uvetta sultanina
alcune gocce di estratto di vaniglia
1,5 dl di latte
1/2 dl di acqua
un pizzico di sale
60 g di burro a pezzetti
2 cucchiai di rum
olio per friggere
zucchero a velo per guarnire

Preparazione:
lavare l'uvetta e metterla a bagno in acqua tiepida.
Versare in una casseruola il latte, l'acqua , unire il sale ed il burro facendolo sciogliere bene a fuoco basso. Alzare la fiamma portando ad ebollizione ed unire in un sol colpo la farina setacciata mescolando vigorosamente. Continuare a mescolare fino a quando il composto si sarà ben amalgamato e si staccherà dalle pareti della casseruola con un leggero sfrigolio.
A questo punto volendo proseguire con l'impasto a mano, va trasferito in una terrina per farlo intiepidire ed aggiungere poi un uovo alla volta e la vaniglia.
Io preferisco usare il Bimby.
Trasferito l'impasto nel Bimby, una volta che si è intiepidito, aggiungere un uovo alla volta facendo andare per 45 secondi a vel. 6 ogni uovo aggiunto.
Scolare l'uvetta dall'acqua, bagnarla con il rum e metterla a sgocciolare su della carta cucina prima di unirla all'impasto.
Scaldare l'olio per friggere a 170° e friggere l'impasto a cucchiaiate, aiutandosi con un secondo cucchiaio per farlo scendere nell'olio bollente.
Scolare i tortelli quando saranno gonfi e dorati.
Servirli spolverizzati di zucchero a velo.

Un'altra versione, con l'impasto realizzato con il Bimby si trova qui.

*La ricetta privata dell'uvetta, della vaniglia e dello zucchero a velo si presta anche per i salati.Infatti, una volta fritti, i tortelli si possono farcire a piacere...*




giovedì 27 gennaio 2022

COTECHINO IN GABBIA (allo sclopit)

 





Ingredienti:
1 cotechino già cotto di circa 1/2 kg
1 fetta di fesa di vitello ben battuta
200g circa di sclopit (silene) o la stessa quantità di spinaci già cotti e tritati
2 uova
1 spicchio d'aglio
1 carota
1 cipolla 
1 costa di sedano
20 - 30 g di funghi porcini secchi
burro, olio
vino bianco
sale e pepe

Preparazione:
cuocere il cotechino (o usare uno già pronto) e togliergli la pelle.
Dorare lo spicchio d'aglio in una noce di burro, aggiungere lo sclopit (o gli spinaci) e far asciugare bene, salare ed eliminare l'aglio.
Sbattere le uova con sale e pepe, ungere una larga padella con poco burro e formare una frittata sottile.
Disporre la fettina di vitello su un tagliere ed appiattirla col batticarne, senza rompere le fibre. Salare e pepare.
Rovesciare lo sclopit prima preparato sulla fetta di carne lasciando intorno un bordo di 2 cm circa.
Appoggiare la frittata sulla verdura cotta e sopra la silene il cotechino avvicinandolo al bordo perchè poi andrà chiuso arrotolando.
Formare il rotolo che avrà all'esterno la fetta di carne, rifilare le estremità e cucirle con spago da cucina.
Cucire anche lungo tutta la lunghezza in modo di chiudere bene la carne sull'interno.
In una casseruola fondere 40 g di burro insieme a 2 cucchiai di olio d'oliva e far colorire il rotolo girandolo bene da tutte le parti senza forarlo.
Tritare carota, sedano, cipolla e funghi porcini prima ammorbiditi in acqua tiepida. Aggiungere il trito nella casseruola, spruzzare con un bicchiere di vino bianco e far evaporare.
Salare, pepare e cuocere il rotolo per circa 45 minuti bagnandolo ogni tanto con acqua bollente.
A fine cottura far riposare una decina di minuti prima di eliminare lo spago.
Tagliare il rotolo a fette e servirlo insieme alla salsa, prima frullata.
 
*Il cotechino in friulano si chiama muset perchè l'insaccato viene realizzato anche con il muso del maiale.*


STRUDEL DI CAVOLFIORE

 


Ingredienti:
1 foglio di pasta sfoglia rettangolare
le cimette di un cavolfiore (io ho usato uno giallo)
2 uova: uno per il ripieno e l'altro per la superficie
alcune fettine di cipolla dorata
2 etti di prosciutto cotto
4 cucchiai di formaggio stagionato grattugiato
2 cucchiai olio d'oliva
Sale e pepe
pinoli tritati grossolanamente e sesamo per la superficie

Preparazione
cuocere le cimette di cavolfiore in acqua bollente leggermente salata. 
Rosolare la cipolla nell'olio d'oliva a far asciugare il cavolfiore condito con un pizzico di pepe.
Una volta freddo aggiungere il formaggio grattugiato e un uovo, più il prosciutto cotto tritato a coltello.
Sulla pasta sfoglia stesa (cm 30 x cm 40) su un foglio di carta forno, distribuire il ripieno e chiudere bene a rotolo.
Spennellare con l'altro uovo sbattuto e cospargere di sesamo e pinoli tritati.
Infornare per mezz'ora circa in forno preriscaldato a 180° per circa mezz'ora, fino a doratura della superficie. Servire tagliato a fette sia caldo che tiepido.

martedì 25 gennaio 2022

CRUMBLE DI CAVOLFIORE

 


Ingredienti:
Le cimette di un cavolfiore
2 fette di pane rustico
6 filetti di acciuga sott'olio
2 cucchiai di capperi dissalati
2 spicchi d'aglio
1 mazzetto di prezzemolo
olio d'oliva
qualche oliva verde
sale e pepe

Preparazione:
lavare le cimette del cavolfiore, salarle leggermente e cuocerle a vapore al dente.
Mettere nel mixer il pane spezzettato, le foglie del prezzemolo, l'aglio sbucciato e tagliato a fettine, 1 cucchiaio di capperi dissalati e le acciughe.
Tritare ad intermittenza in modo che il pane rimanga a grosse briciole.
Ungere con poco olio una pirofila ed adagiarvi le cimette.
Cospargere la superficie con un filo di olio, pepare e coprire con le briciole in modo uniforme.
Passare sotto il grill fino a doratura della superficie e servire guarnito con qualche cappero ed olive a pezzetti.

lunedì 24 gennaio 2022

CAVOLFIORE in insalata

 


Ingredienti:
cimette di cavolfiore crude a piacere
50 ml di olio d'oliva
1 tuorlo di un uovo sodo
una manciata di foglie di prezzemolo
3 filetti d'acciuga sott'olio
1 spicchio d'aglio
Montasio stravecchio o Parmigiano
2 cucchiai di olive taggiasche
pepe e poco sale

Preparazione:
staccare le cimette dal cavolfiore, lavarle ed asciugarle.
Preparare una salsa verde con  l'olio d'oliva, il tuorlo, il prezzemolo, le acciughe e l'aglio (io ho usato il frullatore ad immersione).
Riunire le cimette di cavolfiore in una insalatiera e condirle con la salsina, un pizzico di sale ed il pepe macinato al momento.
Suddividere in coppette individuali e servire con le olive tagliuzzate ed il formaggio a lamelle sottili sulla superficie.


domenica 23 gennaio 2022

CAPRIOLO (polpa) alla crema di verdure


      
 



 Ingredienti:
circa 1,5 kg di polpa di capriolo
la parte bianca di un porro
1 cipolla dorata media
1 spicchio d'aglio
1 pezzetto di gambo di sedano 
1 rametto di rosmarino (gli aghi)
1 carota grossa
2 cucchiai di olio d'oliva
1 cucchiaio di sciroppo di acero
30 g di burro
1 bicchiere di vino bianco secco
1 bicchiere di panna fresca
sale e pepe nero abbondante
brodo vegetale quanto basta
pentola a pressione per la cottura

Preparazione
lavare in acqua fresca corrente la carne ed asciugarla.
Legarla con lo spago da cucina perchè in cottura non perda la forma.
Rosolarla nel burro sciolto insieme all'olio d'oliva girandola delicatamente da ogni lato, magari con delle palette di legno, senza forarla.
Spruzzarla con il vino e far evaporare.
Togliere la carne dalla pentola e farvi appassire le verdure tritate mescolando spesso. Adagiare la carne sopra le verdure e cuocere per altri 5 minuti o più facendo attenzione che non si attacchi il fondo.
Aggiungere  1/2 litro abbondante  di brodo vegetale bollente e mettere il coperchio.
Proseguire la cottura per circa mezz'ora dal sibilo.
Sfiatare, togliere il coperchio, girare la carne ed eventualmente aggiungere altro brodo bollente aggiustando di sale e pepe.
Rimettere il coperchio e proseguire la cottura in pressione per circa un quarto d'ora.
Alla fine far uscire il vapore e togliere il coperchio.
Aggiungere lo sciroppo d'acero e la panna fresca e portare a bollore per legare la salsa.
Togliere dal fuoco, tagliare la carne a fette regolari dopo aver eliminato lo spago.
Passare le verdure col frullatore ad immersione per ridurle a crema,
Servire le fette di carne caldissime nappate con la crema.

*Con la fortuna di avere questa carne prelibata a disposizione ho osato un esperimento di cottura fuori dal solito schema, che per la cacciagione di pelo prevede la marinata. Il passaggio della marinatura l'ho sostituito con il lavaggio in acqua corrente. Il sapore finale è risultato tendente al dolce, ma più piccante grazie al pepe e la carne tenerissima dal sapore delicato.*


martedì 18 gennaio 2022

CIAMBELLE con patate (dolci o salate)

 




Ingredienti:
350 g di farina
200 g di patate, tagliate a pezzi e cotte a vapore, magari nella pentola a pressione per pochi minuti
50 g di fecola di patate
1/2 bustina di lievito secco (o mezzo cubetto fresco)
30 g di burro morbido
2 uova
1 pizzico di zucchero semolato
2 - 3 cucchiai di latte
olio per friggere

preparazione:
cuocere le patate e schiacciarle e nel frattempo attivare il lievito secco unendolo al latte tiepido ed allo zucchero mescolando bene. 
Setacciare la farina con la fecola e sbattere leggermente le uova.
Cominciare ad impastare unendo la farina alle patate e di seguito tutti gli altri ingredienti. Impastare bene ed a lungo, se serve aggiungere altra farina per la giusta consistenza, coprire la terrina con la pellicola e far lievitare fino al raddoppio. 
Riprendere l'impasto, sgonfiarlo e stenderlo sul piano infarinato. Formare le ciambelle e friggerle poche per volta dopo averle fatte lievitare per altri 15 - 20 minuti coperte da un telo.

* Volendo le ciambelle dolci cospargerle con zucchero a velo, oppure gustarle salate unendo un pizzico di sale ed un poco di pepe all'impasto. Ottime farcite con verdure o altro a piacere.* 




domenica 16 gennaio 2022

PIE TEE

 



                                


Ingredienti:
120 g di farina per tutti gli usi
40 g di farina bianca di mais 
1 uovo grosso
220 g di acqua
non aggiungere sale



Preparazione:
frullare bene e a lungo gli ingredienti e far riposare l'impasto prima di friggere pochi pezzi per volta in olio profondo.
Prima si deve scaldare il ferro nell'olio bollente.
Il ferro va poi immerso nell'impasto fino all'orlo, ma senza oltrepassarlo.
Friggendo nell'olio bollente la forma si staccherà dal ferro.



Riempire i nyonya kuih pie tee a piacere e servirli.

A seconda del ripieno vanno dall'antipasto al dolce e sono molto divertenti da fare.
Con queste dosi ne vengono tantissimi!




sabato 15 gennaio 2022

RADICCHIO BRASATO

 



Ingredienti:
1 cucchiaio di miele
un pezzetto di burro
succo d'arancia e salsa di soia quanto basta
un pizzico di sale (facoltativo)
radicchio rosso di Treviso

Preparazione:
mettere al fuoco una larga padella e sciogliervi il miele con il burro.
Appoggiare il radicchio in strato unico, già lavato e tagliato per lungo prima in 4 parti, cuocendolo fino a quando comincia a caramellare.
Girarlo e spruzzarlo con succo d'arancia e salsa di soia, continuando la cottura facendo restringere il fondo.
Alla fine salare leggermente. 

*La ricetta arriva da Giuliana de La gallina vintage, solo che lei aveva brasato la belga con il succo di mandarino. Le sue ricette sono buonissime e vi consiglio di andarle a vedere!*