domenica 7 luglio 2013

PUNGENTI DAL CUORE DOLCE





Ingredienti:
Per la pasta dei pungenti:
                     1kg di patate lesse
                     100g di punte d’ortica (peso cotto) tritate a coltello
                      2 uova piccole o 1 grande
                      farina 00 quanto basta per ottenere un impasto morbido

Per il cuore dolce:
                      2 cucchiai di ricotta fresca
                      La polpa fresca di due pesche
                 
                      1 cucchiaio di miele millefiori
                       fiori di lavanda

Per la salsa: La polpa di due pesche messa a macerare nel succo di limone

Per il condimento: scorzette di limone biologico, scottate e tagliate sottili, foglie fresche di                             maggiorana e fiori di lavanda, burro fuso.


Preparare prima il ripieno.
Frullare la ricotta, la polpa delle due pesche ed il miele, aggiungendo alla fine i fiori di lavanda.
L’impasto si presenterà denso, come una crema. Dividerlo nelle vaschette per i cubetti del ghiaccio e metterlo in congelatore a solidificare.

Preparare la pasta.
Scottare le punte d’ortica in acqua salata e tritarle grossolanamente con un coltello. Lessare le patate, schiacciarle ed unire le punte d’ortica prima preparate, le uova e la farina, fino ad ottenere la giusta consistenza dell’impasto.

Preparare poi i pungenti staccando delle parti d’impasto, allargandole a cerchio ed inserendo al centro un cubetto di ripieno, chiudendoli poi  velocemente a mezzaluna.

Mettere a bollire abbondante acqua salata….

Frullare la salsa di pesche e limone e velare con questa il fondo del piatto.
Preparare i mazzetti per guarnire usando due spighe di lavanda ed un rametto di maggiorana legati con un filo scottato di erba cipollina.

Cuocere i pungenti alla pesca per qualche minuto nell’acqua bollente e disporli nei piatti con la salsa nel numero di tre o cinque.
Cospargere prima con il burro fuso  e poi con le foglioline di maggiorana ed i fiorellini di lavanda, più le scorzette di limone precedentemente preparate.

Servire il piatto tiepido decorandolo con il mazzetto alla lavanda.. 

Fritti diventano un ottimo secondo (buoni anche freddi) oppure, fatti più piccoli, uno sfizioso finger-food.



5 commenti:

  1. AnnaMaria, sei unica! Ho visto ora il tuo blog! Che bello! Ti ho messo nei miei preferiti sul mio! Un bacio grande.

    Giuli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giuliana!!!Un bacio anche a te...:)

      Elimina
  2. Ottime, ma qui per trovare le ortiche devo andare troppo fuori dal paese.
    Mandi frute

    RispondiElimina