martedì 21 marzo 2017

STRANGOLAPRETI (alle erbe primaverili)


Ingredienti e preparazione

Si prendono erbe e germogli primaverili a piacere: la maggior parte silene, germogli di melissa, le prime foglie delle bietole da costa, foglie di spinaci, aglio orsino alcune foglie...alcune vanno lessate, altre solo scottate in acqua bollente leggermente salata.
Da pronte si tengono 500 g circa o poco più, si aggiunge circa 300 g pane raffermo a pezzetti ammollato in poco latte e ben strizzato, 300 g di ricotta, 2 uova. Far riposare un poco l'impasto e poi passarlo al passaverdure con i fori più piccoli. Far riposare l'impasto di nuovo in frigo per 2 - 3 ore e riprenderlo valutandone la consistenza: eventualmente aggiungere poca farina per renderlo abbastanza soffice, ma non molle più un pizzico di sale fino ed uno di noce moscata.

Sulla spianatoia infarinata formare con l'impasto dei cilindri con diametro di circa 2 cm e tagliandoli ad una lunghezza doppia (4 cm circa).

Cuocere pochi gnocchi alla volta in acqua bollente leggermente salata, togliendoli circa un minuto dopo venuti a galla. Provare inizialmente con 1 o 2 gnocchi per individuare il tempo esatto di cottura.

Servirli caldissimi conditi con burro fuso aromatizzato alla salvia ed abbondante parmigiano grattugiato


*il nome di questo gustosissimo e sostanzioso piatto arriva dal Trentino, come pure la forma di grossi gnocchi che hanno la ricotta ed il pane raffermo come ingredienti principali.*


lunedì 20 marzo 2017

PESTO DI AGLIO ORSINO


Ingredienti:
100 g circa di foglie di aglio orsino pulite
30 g di pinoli (oppure altra frutta secca: mandorle, noci, nocciole, anacardi se serve leggermente tostati in forno per eliminare la pellicina...)
circa 70 g di  parmigiano e percorino grattugiati

poco sale
olio extravergine d'oliva quanto basta

Preparazione:
mettere gli ingredienti nel mixer: l'aglio spezzettato, poco sale, un goccio d'olio, la frutta secca ed i formaggi.
Frullare ad impulsi fino ad avere la grana desiderata, più o meno fine.
Alla fine aggiungere olio fino ad avere il pesto che si desidera, più o meno leggero.

*Il pesto di aglio orsino può essere congelato in bicchierini oppure negli stampini per ghiaccio. Io lo congelo preferendo aggiungere il formaggio al momento dell'uso. Ognuno può scegliere i dosaggi che preferisce, anche per gli ingredienti, per avere il gusto e la praticità personalizzati. Se fresco si mantiene qualche giorno in frigo*

SALAME CON ACETO (piatto tradizionale friulano)




Ingredienti:
2 fette a testa di salame genuino e possibilmente fresco, non stagionato
1 cucchiaio di olio d'oliva
1 cucchiaio di aceto (di vino, di mele, o altro) per ogni fetta di salame

Preparazione:
Ungere una padella antiaderente con l'olio d'oliva ed appoggiarvi le fette di salame tagliate spesse 1 cm o più in un unico strato. Abbassare la fiamma al minimo e chiudere con un coperchio.
Cuocere coperto per circa 5 - 6 minuti girando le fette di tanto in tanto.
Versare in un solo colpo l'aceto sulle fette di salame (fare attenzione agli schizzi ed al vapore...) e continuare la cottura, sempre a fuoco basso, facendo evaporare parzialmente l'aceto.



*Uno dei piatti più gustosi e caratteristici della cucina friulana che diventa secondo se accompagnato alle patate lessate oppure al radicchio " col poc" (come quello in foto), oppure piatto unico, cotto assieme ad un soffritto di cipolla a fettine sottili,  ed accompagnato alla polenta. L'aceto non è tutto uguale: per il mio piatto ho usato quello di mele. *

domenica 19 marzo 2017

SFORMATINI DI CAVOLFIORE (con pesto di aglio orsino)


Ingredienti:
300 g di cavolfiore già lessato

60 g di farina di riso
2 dl di latte
80 g di parmigiano grattugiato
10 g di burro per gli stampini
10 foglie di aglio orsino tagliate a coltello
1 pizzico di sale

Preparazione:
Accendere il forno a 180°:
Mettere nel mixer tutti gli ingredienti (le foglie di aglio no) e frullare bene per amalgamare gli ingredienti. Alla fine unire anche le foglie già tagliuzzate e riempire con il composto gli stampini imburrati.
Nella leccarda del forno versare poca acqua calda ed appoggiarvi sopra gli stampi.
Cuocere per 20 minuti o poco più in forno già caldo.
Sformarli poi da tiepidi e riempire l'incavo con il pesto di aglio orsino.
Tenerli al caldo fino al momento di servirli.

* Ho usato gli stampini in silicone e queste dosi servono per otto sformatini. Il pesto è fatto frullando ad impulsi 100 g di foglie di aglio orsino con 1 bicchiere di olio extravergine d'oliva, 30 g di pinoli, 50 g di parmigiano e poco sale*




sabato 18 marzo 2017

CARCIOFI ALL'AGLIO ORSINO


Ingredienti:
8 carciofi

il succo di un limone
qualche foglia di menta
1 mazzetto di prezzemolo (le foglie)
2 cucchiai di pangrattato
una manciata di aglio orsino fresco (circa 30 foglie)
3 cucchiai di olio d'oliva
sale e pepe

Preparazione:
Pulire bene i carciofi togliendo le prime foglie, tagliare i gambi lasciando alla base circa 3 cm.
Per evitare che anneriscano metterli man mano in una terrina piena d'acqua acidulata con succo di limone. 

Mettere nel mixer l'aglio orsino spezzettato, le foglie di menta ed il prezzemolo insieme a due cucchiai di olio. Trasferire il trito in un piatto, aggiungere il pangrattato, un pizzico di sale e due giri di pepe mescolando bene.
Allargare delicatamente le foglie centrali dei carciofi  e riempirli con il ripieno spingendolo verso il fondo pressandolo bene.
Ungere con il rimanente olio il fondo di una casseruola da forno e disporre i carciofi con il gambo rivolto verso l'alto. Aggiungere acqua sufficiente a ricoprirli per metà, aggiungere poco sale e pepe e coprire. Cuocere coperto a calore moderato per circa 45 minuti o più, dipende dalle dimensioni dei carciofi.

*Ricetta  semplice ma gustosa, chiaramente ispirata ai famosi carciofi alla romana, solo che gli spicchi d'aglio sono sostituiti dalle foglie dell'aglio orsino. Il sapore più o meno delicato in questo caso è dosato dalla quantità di foglie usate*

mercoledì 15 marzo 2017

PANE DI ZUCCA (con semi di papavero)


Ingredienti:
zucca
1 cubetto di lievito fresco (o una bustina di lievito secco)
40 g di burro morbido

100 g di latte tiepido
80 g di acqua tiepida
630 g di farina (metà 00 e metà manitoba)
2 pizzichi di sale fino
semi di papavero macinati

Preparazione:
tagliare la zucca a fette e cuocerla al forno. Quando sarà tenera prelevare 250 g e frullarla assieme al latte, all'acqua, al burro, al lievito ed al sale.
Al composto così ottenuto aggiungere gradatamente le farine lavorando fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico.
Mettere a lievitare fino al raddoppio.
Riprendere l'impasto, dare la forma preferita, spennellare la superficie con poco burro fuso e cospargere con semi di papavero macinati facendo poi lievitare di nuovo per circa una ventina di minuti.

Cuocere in forno preriscaldato a 180° mezz'ora o poco più.

* Pane molto adatto ad essere gustato assieme al pesto di aglio orsino o con gorgonzola, anche piccante...Ottimo con i salumi...*

domenica 12 marzo 2017

INSALATA DI AVOCADO (con uova, rucola selvatica e lime)




Ingredienti (per 2 persone):

1 avocado
2 uova
1 ciuffo di rucola selvatica
1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva
1 fetta di lime e relativo succo
sale e pepe macinato al momento

Preparazione:

mettere le uova in una casseruola con acqua fredda e rassodarle contando 8 minuti da quando l'acqua comincia a bollire.
Aprire l'avocado a metà e togliere il nocciolo.
Con uno scavino prelevare la polpa, lasciandone  circa mezzo centimetro sul bordo, e tagliarla a pezzetti. Con l'apposito attrezzo affettare le uova dopo averle sgusciate.
Spezzettare le foglie di rucola e condirle con l'olio, pochissimo sale e qualche goccia di succo di lime.
Riempire a piacere con gli ingredienti preparati i due gusci di avocado completando con un giro di pepe macinato al momento